101593704_3867176606690091_6503137917064445952_n

Black Lives Matter | La nostra Posizione

Quella che oggi può sembrare una battaglia di altri, domani può essere la tua, la nostra. Questa la premessa. Quello che sembra un problema di altri, ci riguarda molto da vicino, abbiamo visto con il COVID-19 quando un problema che sembrava essere Cinese si sia rivelato mondiale. Questo il motivo per cui stiamo scrivendo dei fatti in corso negli Stati Uniti. 

Ci teniamo per quanto microscopico possa essere il nostro intervento a pubblicare ufficialmente il nostro sostegno alle proteste e tutte le famiglie di colore che da anni negli Stati Uniti e non solo devono combattere i virus del razzismo. Non possiamo sapere come sia vivere la vita sapendo che il colore della propria pelle possa essere usato a proprio discapito, però sappiamo come il colore della nostra pelle venga usato a nostro beneficio. Non ne abbiamo colpa, siamo nati società di parte. Le proteste violente non sono che l’ultima goccia di un’esasperazione destinata solo a peggiorare se chi comanda anzichè dare risposte concrete si ostina a perpetuare le ingiustizie, a non ascoltare i gridi di aiuto e giustizia degli oppressi.

Certamente vorremmo che ci sia la pace, e che tutto finisca al più presto, e putroppo la storia che abbiamo imparato sui libri di scuola o tramite racconti dei nostri nonni ci ricorda di episodi come Watergate, o di altri uomini che strumentalizzando Dio si fecero portatori di leggi inguiste, o anche andando più a ritroso come leggendo della Rivoluzione Francesce tutti applaudiamo il coraggio dei Francesi stessi nel ribellarsi alla monarchia oppressiva.

Se domani le donne arabe sottomesse ai regimi totalitari che le vedono sminuite e deligittimizzate dei loro diritti si ribellassero, e nel mentre qualche negozio venisse distrutto, saremmo tutti daccordo nel sostenerle lo stesso.

Se domani i bambini soldato in Africa ed i loro genitori si ribellassero al loro surpuso e nel mentre qualche accampamento e negozio locale venisse distrutto saremmo tutti daccordo nel sostenere che il fine è giusto, e che i mezzi usati per “vincere” sono giustificati.Invece oggi diciamo il fine non giustifica i mezzi.

La violenza chiama Violenza. È VERO, ma la violenza delle manifestazioni (per lo più pacifiche oltrettutto) sono la secona parte di quella frase, non la prima. Sono la conseguenza della violenza già subita. Farlo non aiuta, ma chiediamoci quanto aiuta non farlo?

Queste persone sono disperate, al limite della sanità mentale, già compromessa dal COVID e la perdita del lavoro, della propria quotidianità, sono esauste e senza più nulla da perdere. Pensano “se neanche avere un presidente nero ha aiutato, cosa ci resta?”Non credono ne si fidano del sistema, che invece tutti noi ci teniamo a voler proteggere. Tante parole per dire che siamo con voi, #blacklivesmatter. Che tradotto vuole dire le vite delle persone di colore contano. Non contano più di quelle dei bianchi. Contano. Contano. Possiamo essere daccordo sul fatto che le vite delle persone di colore CONTINO? E chi dice ” bhe tutte le vite contano”, certo, è un ovvietà. In questo momento storico non sono certo le nostre vite da bianchi ad essere messe in pericolo però. È come dire ad una manifestazione per la raccolta di fondi per il cancro al seno “ma tutti i cancri sono importanti”. Certo, ma in quel momento stai raccogliendo fondi per quello al seno.

Trump non sta aiutando la situazione, anzi. Questo è ovvio. Non vogliamo però fare un post su Trump.

Per concludere vorremmo anche esprimere la nostra opinione e solidarietà rispetto alla polizia, a quei polizziotti che fanno il loro dovere con giustizia ed onore, e ricordare che ci sono certi lavori, come quello del polizziotto, in cui non si può ne accettare ne sovrassedere sul problema di avere delle “mele marce” come per esempio è il lavoro del pilota d’aeri. Pensate se Emirates o Alitalia o Iberia dicesse “Quasi tutti i nostri piloti vogliono atterrare al suolo, solo qualcuno ha piacere nello schiantarsi sulle montagne, non siamo tutti così putroppo però a qualcuno piace schiantarsi. Abbiate pazienza” Questo ciò che ci sentiamo di dire da madri, imprenditrici, figlie e cittadine di questo piantea.

LA FOTO tradotta: DICHIARARE IL PROPRIO DISACCORDO CON LA SUPREMAZIA DEI BIANCHI E LA VIOLENZA RAZZISTA NON FA DI TE UN ANTI-BIANCO, UN ANTI-POLIZIA NE TI RENDE DI DESTRA O DI SINISTRA. TI RENDE UNA PERSONA PRO GIUSTIZIA. PRO RESPONSABILITÀ. E PRO UGUAGLIANZA DELLE LEGGI PER TUTTI. DIMOSTRARE EMPATIA E INTERESSE PER LA VITA DI UN’ALTRA PERSONA,  NON È UNA QUESTIONE POLITICA. È UNA QUESTIONE DI UMANITÀ.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Amori&Psiche è un’agenzia matrimoniale esclusiva e riservata.

Luogo d’incontro tra persone per bene, davvero pronte a mettersi in gioco.

Scopri chi siamo e a chi ci rivolgiamo

CLICCA QUI 

IL BLOG DI AMORI&PSICHE

Storie dei nostri iscritti, dietro le quinte dell’agenzia, favole, video, e molto di più. Ogni contenuto scritto di questo blog è soggetto a copyright.

Inviaci i tuoi commenti, pensieri e foto postando alla nostra pagina Facebook o via email!

Archivi