Testimonianza di Mattia, iscritto di Amori&Psiche

“Premetto che sono single” era così che stavo iniziando le due righe che mi aveva chiesto Cristina per descrivere la mia esperienza con Amori&Psiche.
Era mia intenzione descrivere come in questi anni i vari incontri che avevo avuto mi avevano insegnato a
parlare con le donne che negli anni erano diventate per me , impegnato in una miriade di altri interessi
che allora ritenevo prioritari, un universo sempre più sconosciuto. Mi avevano insegnato a presentarmi
così come sono, con i miei pregi e soprattutto con i miei difetti e debolezze.
Si perché se si cerca di intraprendere un percorso di vita insieme ritengo che sia essenziale essere sinceri
sin dai primi secondi dell’ incontro e non nascondersi dietro una maschera che non ci appartiene.
Però in quel torrido giorno di luglio andando a Roma per un impegno di lavoro avevo ricevuto la
chiamata di Cristina che mi proponeva un altro incontro per la sera seguente
, e io naturalmente accettai.

La serata onestamente se pur piacevole non fu particolarmente entusiasmante ( e su questo siamo
entrambi d’ accordo ) però tutti e due ci siamo detti “perché non provare a sentirci di nuovo” e così il
giorno dopo abbiamo deciso di dare il consenso a scambiarci i numeri .
Parafrasando il titolo di un film della Wertmüller ,nella settimana che seguì fummo
letteralmente “travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto”.


Non è stato un colpo di fulmine ma è stato come uno tsunami che nato da una serie di eventi
catastrofici ha viaggiato nel tempo destinato a travolgere le nostre vite con una immensa
quanto fantastica energia.

Non chiedetemi come è successo, nessuno dei due sa realmente spiegarselo, ma la prima
cosa che ho chiesto a Cristina è se “stufe di avermi tra i piedi” lei e Maria avevano deciso di
assemblare un ragazza appositamente per me .
A parte gli scherzi io e Lei stiamo vivendo un sogno da cui speriamo di non svegliarci mai.
Quindi capirete perché vi chiedo di scordarvi l’ incipit “ premetto che sono single “
Una cosa fate come me, non demordete mai e godetevi ogni incontro considerandolo essenzialmente come una occasione per crescere e migliorarvi , e se qualcuno vi procurerà qualche dispiacere vorrà solo dire che il vostro cuore sa ancora battere e provare sentimenti
ciao