Qual’è il tuo albero?

Sei una persona molto generosa, pronta ad accogliere chiunque bussi alla tua porta.
Il tuo sguardo è sempre rivolto verso il cielo  ed è per questo che a volte rischi d’inciampare e cadere, perdendo l’equilibrio.
Sei in grado di rialzarti sempre però e questo ti ha permesso negli anni  di non perdere mai la speranza.
I rapporti che costruisci sono a volte frutto della tua fantasia e un vento forte a volte rischia di mandarli per aria. 
Con un pianto, un’ abbraccio e un bacio sai come ricominciare, senza smettere mai di rivolgere il tuo sguardo verso l’alto, ed oltre. 
Consiglio: pianta il tuo albero in un punto riparato, dagli finchè è piccolo del buon concime e legalo stretto ad una canna, perchè cresca dritto. 
E poi, all’ombra delle sue fronde potrai riposarti mentre tra i rami vedi il sole che piano piano tramonta.

Hai scelto l’albero numero 2?

Sei una persona poderosa e forte, poco incline alla fantasia, concreta e affidabile.
I rapporti che hai sono saldi e profondi e difficilmente eventi esterni li posso interrompere.
Preferisci la compagnia di poche persone e una casa sull’albero inaccessibile ai più sarebbe il tuo rifugio preferito.
Su di te, chi ti vuole bene, può sempre contare ma  difficilmente dovrà aspettarsi parole e gesti aggiuntivi.
Puoi scalare una montagna e con tenacia combattere per quello in cui credi. Nessun vento potrà mai abbatterti perchè hai radici profonde e grandi capaci di nutrire te e chi hai vicino senza apparente sforzo.
In un gruppo preferisci ascoltare e difficilmente batti il pugno sul tavolo per farti ascoltare. Fra i tuoi rami ci sono nidi di colibrì e tane di scoiattoli riservati che il tuo tronco massiccio non ha problemi ad ospitare.
Consiglio: rendi  l’accesso al centro del tuo essere più facile. A volte, nel tentativo di proteggere la tua intimità rischi di perdere approcci importanti. Non sempre la profondità fà rima con lealtà e un bel sorriso può ugualmente essere importante nella vita di tutti i giorni.

Hai scelto l’albero numero 3?

Molto importante per te è stare al centro di un’attenzione globale e visibile a tutti. Hai necessità di contornarti di persone simili a te e  con loro intrecci multitudini di rapporti forti e vari.
Sei sempre alla ricerca del nuovo e raramente ti fermi in un posto, o con una persona specifica.
Sei una persona sicura di sè ma lo specchio in cui ti rifletti dev’essere sempre pulito, nitido e ridarti un’immagine quasi perfetta. Molto attento all’immagine ami contornarti di cose belle e preziose e ti muovi con leggerezza nella vita come se non ne fossi mai affaticato.
Tenace nel perseguire i tuoi obbiettivi stringi alleanze che non ti bastano mai e ad ogni progetto avviato ne hai sempre un’altro pronto a prendere il volo.
Chi ti riesce a fermare lo fà al duro prezzo della propria libertà.
Consiglio: nell’intreccio continuo delle tue relazioni, progetti e attività attento a non perdere il capo del filo principale da cui tutto è partito . te stesso.

Roba da matti!

‘Il palma res ( traduzione: degni della palma della Vittoria) lo conferiamo oggi ad un signore 50 anni  che ha chiamato dalla  provincia di Pescara.
Telefonata:
“Buongiorno, cerco una donna che lavora”
“Buongiorno, mi scusi ma siamo un’agenzia matrimoniale, non di collocamento”
“Lo so , lo so, ma io cerco una donna per me ma che cià voglia anche di lavorare, perchè ho un’ azienda, mica sto senza fare niente! Le donne di oggi vogliono solo uno che le mantiene  giusto?”
“Bhè, insomma….. sig……..?”
“Mi chiamo Mario Rossi, ce l’ha una che viene via con me? Io vengo da lei, mi fermo a dormire anche due o tre giorni, e poi riparto con la donna va bene?”
“Sig.Rossi, mi scusi, ma non funzionano così le cose qui.
Lei viene, si fà conoscere da noi, fà dei colloqui, poi con calma le cercheremo una persona della quale innamorarsi. Da conquistare piano piano mi capisce?
Poi il lavoro e tutto il resto vengono dopo, nel caso.”
” Ma io non ciò tempo da perdere oh,  sono 7 mesi che mi sono separato e da solo non ci so stare. E’ dura, non so se mi capisce”
“La capisco , stia tranquillo, ma una persona non è una macchina che si và a comprare e le cose per farle bene hanno bisogno di tempo.”
“Hai visto il mio numero si? Guarda la mia foto nel whatsapp.  Come le sembro me lo dici? Oh a me non mi manca niente eh. Sto bene, ho urgenza però. Che faccio, vengo domani? Per me anche oggi. Te mi sembri una simpatica.”
( Per dovere di cronaca la telefonata fu molto più lunga e con risate sincere da parte nostra!)

“Sig, Rossi, non ci capiamo. Non ce l’ho la donna per lei in magazzino ha capito??”
“Va bhè. Vengo venerdì allora, mi aspettate ok?”
Con molta moltissima pazienza accettiamo di conoscerlo. Gli fissiamo un appuntamento pensando che forse per telefono le comunicazioni a volte sono distorte, il benefico del dubbio, insomma!

Sera sello stesso giorno,ore 20 e 16,  messaggio whatupp:
” Buonasera, avete visto qualcuna per me?”
Come si dice:  senza parole!